Eventi

Dicembre 2017
L M M G V S D
27 28 29 30 1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

 

  • Avviso mobilità esterna cat. C L68

    Avviso mobilità esterna cat. C L68

  • SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA DAL 1.1.2018

    SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA DAL 1.1.2018

  • PROCEDURA NEGOZIATA PER L’AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE  DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE GIOVANILE

    PROCEDURA NEGOZIATA PER L’AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE GIOVANILE

5 per mille 2015

DESTINA LA QUOTA DEL 5 PER MILLE AL TUO COMUNE

A partire dalla Legge Finanziaria del 2006, lo Stato ha stabilito di destinare, in base alla scelta del contribuente, una quota pari al 5 per mille dell'imposta sul reddito delle persone fisiche a sostegno

del volontariato, delle onlus, delleassociazioni di promozione sociale e di altre fondazioni ed associazioni riconosciute, per il finanziamento della ricerca scientifica e delle università, per ilfinanziamento della ricerca sanitaria e per le attività sociali svolte dal comune di residenza.

Le diverse leggi di stabilità (ex legge finanziaria) che si sono succedute negli anni, hanno sempre confermato lo strumento del 5 per mille a sostegno delle attività sopra elencate.

Il contribuente può destinare la quota del 5 per mille della sua imposta sul reddito delle persone fisiche (Irpef), firmando in uno degli appositi riquadri che figurano sui modelli di dichiarazione (Modello Unico, Modello 730, ovvero apposita scheda allegata al CUD per tutti coloro che sono dispensati dall’obbligo di presentare la dichiarazione). È consentita una sola scelta di destinazione.

Oltre alla firma, il contribuente può indicare il codice fiscale del singolo soggetto cui intende destinare direttamente la quota del 5 per mille.

Per destinare la quota del cinque per mille al COMUNE DI RESIDENZA  è sufficiente, invece, apporre solo la firma nell'apposito riquadro.

E’ importante precisare che il 5 per mille è una forma di finanziamento che non comporta oneri aggiuntivi per il contribuente, dal momento che questi, tramite la compilazione dell’apposita sezione nella dichiarazione dei redditi, sceglie semplicemente la destinazione di una quota della propria IRPEF.

Nell’anno 2014 il Comune di Dueville ha gestito la quota destinata dai contribuenti al Comune di euro € 6.111,46 relativamente all’anno fiscale 2012, destinandolo alle fasce povere del territorio e nello specifico ad integrazione di rette per la Casa di Riposo e contributi economici ad integrazione del minimio vitale..

Tale somma è stata assegnata, a seguito di apposita istruttoria svolta dall’Ufficio Servizi sociali del Comune, a soggetti in situazione di bisogno, secondo quanto stabilito dal vigente “Regolamento per l’accesso e l’erogazione degli interventi economici di assistenza sociale”, approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 84 del 28/11/2013, ai sensi della L.R. n. 55/1982 e dell’art. 12 della L. n. 241/1990.

L’amministrazione comunale di Dueville nell’anno 2015 destinera’ le quote del 5 per mille alla  integrazione e promozione delle politiche del lavoro affinche’ coloro che vivono  in situazioni di precarieta’ economica possano trovare attraverso esperienze lavorative dignita’ e stimoli per ripartire.